Il prezzo del greggio crolla del 22% quest’anno nel territorio del mercato al ribasso

Il prezzo del greggio crolla del 22% quest’anno nel territorio del mercato al ribasso

I prezzi del greggio sono crollati quest’anno da più di $ 100 al barile a meno di $ 30. Questo è uno shock enorme per il mercato in quanto i prezzi dovrebbero rimanere sempre più alti. La ragione di questa sorprendente caduta è che tutti i paesi del mondo stanno aggiungendo più strutture di stoccaggio man mano che le riserve diminuiscono.

Sarà solo una questione di tempo prima che qualche altro paese inizi a esportare petrolio greggio e questo determinerà un aumento mondiale dei prezzi, che dovrebbe rendere il prezzo del greggio un po ‘più prevedibile. Ci sono solo due opzioni disponibili in questo momento per quanto riguarda questa prospettiva di prezzo.

Il primo è che i prezzi potrebbero scendere ulteriormente e non ci sarà modo di abbassarli. Tuttavia, questa è una possibilità e queste nazioni ne sono consapevoli. Questo è l’unico modo per ridurre il prezzo e farlo in così poco tempo.

La seconda opzione è che manterranno i prezzi più alti e questa non è affatto un’opzione interessante. Tutte le economie del mondo funzionano come se fossero in supporto vitale. Il petrolio dovrà essere importato e questo farà salire i prezzi, il che creerà molti problemi per i governi e le economie del mondo.

Se lo guardi a lungo termine, il petrolio è la linfa vitale di tutte le economie e se questo viene venduto a tassi di mercato più alti, allora è finito per tutte le economie del mondo e inizieranno a crollare. Se non pensi che ciò accadrà, non hai prestato attenzione.

Se facciamo un passo indietro e osserviamo le scorte di petrolio, gli Stati Uniti hanno quasi la stessa quantità di petrolio rispetto a qualche anno fa e questa è la più grande quantità che abbiamo mai avuto. Il Golfo Persico è pieno di petrolio ma non si muove e quindi i prezzi rimangono alti e non scendono al di sotto del tasso di mercato dei prezzi.

Il mondo ha quanto basta per durarci fino all’anno 2030, ma non lo otterremo al ritmo attuale, motivo per cui il petrolio è in giacenza. Cosa accadrebbe se tutto il petrolio iniziasse a muoversi e questo sarebbe un buon scenario per tutte le economie e la loro posizione finanziaria.

Ma non credo che le compagnie petrolifere venderanno il loro petrolio greggio a un tasso superiore a quello di mercato perché sono così tanti soldi da ricavarne. Hanno miliardi di dollari legati e non hanno intenzione di tirarlo fuori in fretta perché perdono miliardi di dollari ogni giorno.

Ma i prezzi scenderanno e questo li costringerà a cambiare la loro strategia di vendita di greggio a un certo prezzo. Se continuano a farlo, semplicemente spingeranno ulteriormente i prezzi verso il basso e quindi ci sarà una carenza di petrolio in futuro.

Nello scenario attuale, la cosa migliore per gli Stati Uniti è che dovrebbe iniziare a esportare più petrolio possibile, che sarà esattamente ciò che il resto del mondo vuole e questo dovrebbe sistemare le cose e abbassare i prezzi. Tuttavia, questo è solo un pensiero per quanto riguarda gli Stati Uniti.

Sarà molto difficile per il resto del mondo procurarsi tutto il petrolio di cui ha bisogno e questo è il problema più grande. Se gli Stati Uniti esportano più petrolio, le altre nazioni saranno costrette a mettersi in gioco e questo eliminerà la situazione di eccesso.