Guadagni del dollaro australiano. La creazione di posti di lavoro torna alla salute, distrugge le previsioni

Guadagni del dollaro australiano. La creazione di posti di lavoro torna alla salute, distrugge le previsioni

Gli utili societari e il PIL nominale sono aumentati e gli investimenti delle imprese sono aumentati. Le vendite al dettaglio e la produzione industriale hanno battuto entrambe le previsioni, mentre le immobilizzazioni hanno mancato le aspettative. Gli investimenti netti diretti esteri rimangono forti, mantenendosi su livelli record. I mercati si preoccupano della disoccupazione e della crescita dell’occupazione perché hanno un impatto diretto sulla crescita dei salari, sulla domanda all’interno dell’economia e quindi sull’inflazione. I mercati valutari sono piuttosto tranquilli oggi prima di due eventi chiave domani, l’incontro della BCE e le elezioni generali del Regno Unito.

La spesa al dettaglio è fortemente diminuita nelle aree interessate. sulla spesa in conto capitale è stata piatta, ma l’attività di costruzione di abitazioni rimane a livelli storicamente elevati, secondo il rapporto. L’economia ha creato solo 4.200 posti di lavoro a tempo pieno, il resto per lavori a tempo parziale. L’economia australiana ha aggiunto 22.600 nuovi posti di lavoro ad aprile, tornando da una piccola contrazione del numero di nuovi posti di lavoro a marzo, che era prima del consenso del mercato per 19.800 posti di lavoro. SYDNEY: ha scrollato le spalle l’impatto di un ciclone nel crescere rapidamente nel secondo trimestre, aiutato da una maggiore fiducia delle imprese e da maggiori esportazioni. È stata osservata una crescente inflazione, insieme all’aumento dei prezzi delle materie prime e ad una rinnovata stabilizzazione della situazione economica della Cina, aumentando il sentimento falco attorno all’AUD. Quindi, la disoccupazione, se sei prima, è lì, in nessuna circostanza accettabile ”, ha detto.

Una minore pressione inflazionistica da parte dell’energia causata dal recente aumento dei prezzi del petrolio può rafforzare più che probabilmente la loro mano accomodante fintanto che la crescita dei salari continuerà a ristagnare. Jobs ha migliorato la crescita a un ritmo sostenuto, ma al contrario, il tasso di disoccupazione è stato bloccato in un ciclo che continua a causare salari deboli ”, ha affermato Haslem. La moderata crescita dei salari nel primo trimestre non era l’ideale per la RBA e il governo federale australiano quando hanno raggiunto i loro rispettivi obiettivi nei prossimi anni.

Per vedere l’ampliamento delle differenze di cambio richiederebbe probabilmente che l’RBA si muova verso una tendenza al restringimento o addirittura aumenti i tassi durante il periodo di previsione. Il tasso di disoccupazione era in linea con le previsioni del mercato, sebbene la creazione di posti di lavoro sia stata di nuovo una sorpresa positiva. Il numero è diminuito per la maggior parte degli ultimi 12 mesi, il che è un grande segnale che la bolla immobiliare in Australia potrebbe essere in procinto di esplodere. Mentre il PIL può essere trascurato come uno (almeno per ora), il saldo della bilancia dei pagamenti suggerisce un certo rischio al ribasso.

La Bank of Canada è saldamente ancorata a un ciclo di rialzo dei tassi, mentre anche la Bank of England e la banca centrale europea stanno per de-stimolare le rispettive economie. ANZ Bank non vede la banca cambiare in una radicale propensione militaristica nel prossimo futuro, l’Australia vede i ritardi nell’attuale ciclo dei tassi globali, che dovrebbe ridurre ulteriormente il differenziale dei tassi di interesse. La Reserve Bank of Australia ha espresso un tono più ottimista del solito nella sua dichiarazione di politica monetaria di martedì, vista una prospettiva migliore per gli investimenti e per il mercato del lavoro. Si ritiene che la crescita salariale annua del 3% o più del minimo richiesto per la banca centrale possa raggiungere il suo obiettivo di inflazione e quindi giustificare la possibilità di aumentare i tassi di interesse.

Sebbene l’RBA rimanga in sospeso, potrebbe esserci ancora una certa volatilità se la banca fosse sorprendentemente colomba o falsa nella dichiarazione del Governatore Lowe. È fermamente sospeso in un momento in cui un certo numero di importanti banche centrali di tutto il mondo (come la Fed, la BCE e la BoE) sembrano fiduciosi. Solo ieri ha confermato la variazione trimestrale dei dati di crescita.